venerdì 30 marzo 2018

Caserma Raniero, le torture del G8 di Genova...prima di Genova

Le violenze commesse dai poliziotti a Genova non nascono durante quel G8. Sono invece il frutto di un clima particolare che si registra già da alcuni mesi in quel 2001. Al centro della storia, come nel capoluogo ligure, le proteste altermondialiste: il 17 marzo, a Napoli, si svolge il Global Forum dell'Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico) sull'e-government. Piazza del Plebiscito diventa zona rossa mentre in città è atteso Enzo Bianco, ministro dell'Interno del secondo governo di Giuliano Amato, in carica fino a giugno.

martedì 27 marzo 2018

La «macelleria messicana» del G8 di Genova: quando “i migliori” si scoprirono torturatori

Quando pensi alla lunga e tenebrosa storia dell'uomo,
troverai che molti crimini spaventosi sono stati commessi nel nome dell'obbedienza
più di quanti ne siano mai stati commessi in nome della ribellione
(Charles Snow, scienziato e scrittore inglese)

Ero in mezzo alla strada, proprio davanti al cancello della scuola Diaz, quando sono arrivate le camionette. E ci sono rimasto intrappolato mentre i carabinieri chiudevano i due lati della via. Quando ho visto un gruppo venirmi addosso, ho mostrato la tessera da giornalista. Mi hanno colpito subito con i manganelli. Poi uno con lo scudo mi ha schiacciato contro il muro e l'altro mi ha riempito di botte ai fianchi. Mi dicevano in inglese “you are blackblock, we kill blackblock”. A quel punto sono caduto mezzo svenuto e ho visto che il furgone stava sfondando il cancello della scuola. Ero a terra e loro continuavano a prendermi a calci. Correvano da una parte e mi mollavano un calcio. È lì che sono diventato un pallone

venerdì 23 marzo 2018

La tortura in Italia? Un reato "truffa"


Le bufale del SAP sul reato di tortura - Giovanni Drogo, Next Quotidiano,19 luglio 2016

6 luglio 2017: in Italia la tortura diventa reato (l.n.110/2017). L'iter parlamentare, durato tre anni, si conclude con il voto favorevole dei deputati del Partito Democratico e di Alternativa Popolare, il rifiuto di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia e l'astensione di Movimento5Stelle, Sinistra Italiana, Scelta Civica e Articolo1-Movimento democratici e progressisti. 98 i voti a favore, 35 contrari, 104 gli astenuti.

martedì 20 marzo 2018

La Repubblica delle torture. Prologo

«Il mio volto era una maschera di sangue[1]. Pugni, calci, insulti sono la cifra di giornate tutte uguali, in quel luglio 1992. Quel giorno nella cella entrano in sei. I modi spicci mi fanno capire che la mattina dopo non mi sarei più svegliato nella stessa branda, anche se per tutte le botte che mi hanno dato pensavo che, il giorno dopo, non mi sarei svegliato affatto.

sabato 17 marzo 2018

Una Rete di Archivi per non dimenticare gli anni del Disonore della Repubblica italiana

Nota a margine: Il Disonore italiano racchiuso in un unico archivio: i documenti sulle bombe senza nome, sugli omicidi tanto eccellenti da non essere mai chiariti, sulle stragi senza colpevole racchiusi tutti in un unico luogo, facilmente e liberamente consultabile: doveva essere uno dei programmi a lungo termine del progetto Omissis, finché non ho scoperto che questo archivio esiste già, consultabile al sito fontiitaliarepubblicana.it e promosso dalla Rete degli archivi per non dimenticare.