giovedì 21 febbraio 2019

Intervista sulla lobby italiana delle armi per Radio Blackout

Lo scorso 15 novembre sono stato intervistato da Radio Blackout in merito all'approfondimento in due puntate che ho realizzato, per l'agenzia Pressenza, sulla lobby italiana delle armi leggere:

  1. Comitato Direttiva 477: cifre, nomi e collegamenti politici della “lobby delle armi italiana”
  2. Il bluff dell'Italia insicura serve (solo) a vendere più armi?

Cliccando sul player qui sotto puoi invece ascoltare l'intervista radiofonica


Se il player non funziona clicca qui per ascoltare l'intervista direttamente dalle onde di Radio Blackout

Il bluff dell'Italia insicura serve (solo) a vendere più armi?

Questo articolo è stato pubblicato originariamente dall'agenzia Pressenza il 13 febbraio 2019 La prima parte la trovi qui. Qui, invece, la traduzione in spagnolo di Estefany Zaldumbide per Pressenza, pubblicata il 17 febbraio 2019.

L'Italia è un Paese insicuro? Nel 2017 i dati prodotti dal ministero dell'Interno rispondono di no:

  • omicidi: -16,3%;
  • rapine: -12,3%;
  • delitti: -9,5%
  • furti: -9,5%

Eppure secondo lo studio Censis 2015-2016 più di un terzo degli italiani crede di vivere in una zona a rischio (33,9%), una donna su tre evita di uscire di casa da sola (36,6%), mentre il 46,4% dei cittadini italiani intervistati non crede efficace il controllo del territorio da parte delle forze dell'ordine. Quasi due italiani su tre (63,6%), inoltre, nel biennio preso in esame erano convinti che nessuno difendesse i loro interessi. È anche da qui che arriva la vittoria della Lega alle elezioni del 4 marzo 2018.

mercoledì 20 febbraio 2019

Comitato Direttiva 477: cifre, nomi e collegamenti politici della “lobby delle armi italiana”

Questo articolo è stato originariamente pubblicato dall'agenzia Pressenza il 12 febbraio 2019

Dal 2015 l'Italia ha la sua lobby delle armi: è il Comitato Direttiva 477 (dal 2019 “Unarmi”) e diventa noto all'opinione pubblica l'11 febbraio 2018, quando davanti alle telecamere firma un “patto d'onore” con il futuro ministro dell'Interno Matteo Salvini. Cos'è, chi lo compone e soprattutto quanto e quale potere ha il Comitato? In due puntate cifre, nomi e collegamenti politici della lobby italiana delle armi leggere

Può un ministro della Repubblica italiana firmare un “patto d'onore” per rappresentare le istanze di uno specifico gruppo di interesse – l'industria italiana delle armi “civili” - pur non essendone, formalmente, un lobbista?